IL PERITO INDUSTRIALE

Il perito industriale (abbreviato Per. Ind.), nella legislazione italiana, è un professionista operante, nell’ambito delle proprie competenze e specializzazioni, nei settori di ingegneria industriale, ingegneria civile e settore terziario.

La professione di Perito Industriale è regolamentata dalla legge e, in seguito all’entrata in vigore della legge 89/16, il titolo di perito industriale spetta a coloro che hanno conseguito la laurea di cui all’articolo 55, comma 1, del regolamento di cui al DPR 328/2001.

L’ordine professionale è organizzato in ordini provinciali che fanno capo al consiglio nazionale, con sede a Roma. In ambito europeo, la denominazione ufficiale in inglese è “Industrial Engineer”.

Il termine “perito” deriva dal latino peritus, ovvero esperto, abile e sta a indicare chi possiede una conoscenza pratica di determinate materie. Il termine “industriale” deriva da indùstria, di derivazione latina, che in origine voleva dire “operosità, inventiva”, e poi passò a indicare il sistema preposto alla produzione di beni materiali e servizi su larga scala, ed è caratterizzato dall’uso generalizzato di macchine.